Storia


foto : Davide Ortombina

I.P.A.B. (Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficenza) "Casa di Riposo Morelli Bugna" proviene dalla originaria "Pia Istituzione ospitale e monte pegni Morelli-Bugna", già esistente in Villafranca di Verona, con sede in Contrada di Mezzo n° 21 o "Via delli Mercanti", ora Corso Vittorio Emanuele II c., civici nn. 169, 171. La Pia Istituzione venne costituita dalla "Fraterna sacerdote Andrea e Pietro Morelli-Bugna" con atto n. 41644 rep. notaio Gabriele Pellesina fu Vincenzo di Verona, in data 27 ottobre 1847.

Con l'atto su indicato venne convenuta tra la Fraterna Morelli Bugna e il Comune di Villafranca di Verona, l’istituzione dell'ospedale e del monte dei pegni (Deliberazione del Consiglio Comunale in data 9 luglio 1846 allegata all'atto di convenzione).

Cessata la sovranità austriaca e passato il Comune di Villafranca di Verona all'Italia, la Pia Istituzione, in base alla legge italiana sulle opere pie 3 agosto 1862, venne affidata al governo della locale Congregazione di Carità, conservando tuttavia, in virtù del R.D. 24 febbraio 1870, la sua speciale natura e tenendo distinte le rispettive attività e passività "delle quali si terrà conto separato". Con il R.D. 24.02.1870 venne altresì disposto che la amministrante Congregazione di carità provvedesse alla formulazione di uno statuto organico della “Pia Istituzione ospedale e monte pegni Morelli-Bugna”.

Lo statuto organico venne deliberato dal Consiglio della Congregazione di carità in data 8 aprile 1903 e ottenne la regia approvazione con R.D. 29 agosto 1904. Per effetto di detto statuto venne confermata l’amministrazione della Pia Istituzione da parte della Congregazione di Carità, con la sorveglianza interna affidata a due membri del consiglio di amministrazione della predetta. Tale situazione giuridico-amministrativa e istituzionale, evolutasi nel tempo e uniformata alle leggi di volta in volta emanate dallo Stato italiano, venne a cessare nel 1964 allorché l'originario fine statutario di "Ospedale monte pegni" venne trasformato in "Casa di Riposo Morelli Bugna" con l'approvazione di un nuovo statuto organico dell'Ente, deliberato dall'amministrante comitato Eca il 26 maggio 1965 con atto n. 15 e approvato, unitamente alla richiesta di trasformazione del fine statutario, con D.P.R. 28 marzo 1967, n. 287.
Per effetto dell'art. 25 del D.P.R. 24.07.1977 n° 616, l'Eca venne trasferita al Comune di Villafranca di Verona e l'esistente comitato assunse la denominazione e l'incarico di "Comitato provvisorio di gestione delle Casa di Riposo Morelli Bugna” e come tale amministrò fino al 30 gennaio 1980, data del suo autoscioglimento.
L'Amministrazione della Casa di Riposo venne pertanto affidata, in virtù dell'art. 5 della L.R. 8 giugno 1978, n. 26, ad un commissario regionale straordinario.
Con Deliberazione n° 115 del 20.10.1983, il Commissario Straordinario procedette, ai sensi dell’art. 17 della L.R. n° 55/1982, all’approvazione di un nuovo statuto dell’I.P.A.B.
Con Deliberazione n° 210 del 02.10.1984, il Consiglio Comunale di Villafranca di Verona nomina il 1^ Consiglio di Amministrazione della Casa di Riposo “Morelli Bugna”.
Con Deliberazione n° 20 del 01/12/2011, il Consiglio di Amministrazione, tenuto conto dell’evoluzione nel frattempo intervenuta nella gestione dei servizi alla persona anziana ha deciso di modificare la denominazione dell’Ente pur mantenendo il riferimento statutario della “Casa di Riposo Morelli Bugna”, in Centro Servizi alla Persona – Casa di Riposo Morelli Bugna.

  • pdf


    statuto